Fondotinta compatti a confronto / Recensione Clinique e Shiseido

Ciao a tutte!
Oggi volevo mettere a confronto una tipologia di fondotinta che ho usato spesso l'anno scorso tra la primavera e l'autunno: il fondotinta compatto. Non è entrato nella mia top dell'anno e la ragione la scoprirete leggendo questa recensione.

Ho messo a confronto due fondotinta: il Clinique fondotinta Anti-blemish solutions power make-up (ivory) e il Shiseido tanning compact foundation spf 6 (natural).
Non è una tipologia di prodotto molto comune nella mia beauty bag (fa eccezione il Shiseido fondotinta compatto solare che è quasi sempre presente nelle mie make-up bag da viaggio): d'inverno tendo a preferire texture più idratanti e d'estate di solito utilizzo i fondotinta minerali per tenere a bada sudore e lucidità estrema.


Sono fondotinta pensati sicuramente per l'estate: il Shiseido per il fattore di protezione, seppur basso, mentre il compatto Clinique promette di assorbire il sebo in eccesso e di avere anche un'azione antibatterica.


A sinistra il Shiseido, a destra il Clinique



Luce naturale, esterno giorno

Come si puo' vedere dagli swatch, il Shiseido si fonde perfettamente con la pelle chiarissima della mano, al limite risulta molto chiaro su quella del mio viso. L'altro è un po' più scuro e giallo, un pelino troppo per me che sono chiara e rosata. La consistenza è molto densa, il Clinique è abbastanza polveroso e, prelevato con il pennello, tende a spargere polvere in giro. Invece, il fondo Shiseido è più cremoso e si preleva agevolmente sia con la spugnetta che con il pennello.

La scatola del fondo Shiseido è compatta, di plastica dura, con uno specchietto e una spugnetta. E' comodo da tenere in borsa per i ritocchi: la spugnetta è molto valida, bisogna lavarla spesso ma in generale è utile. La confezione è robusta, resiste agli urti e non si è graffiata in questo anno di utilizzo e di sballottamenti.
L'involucro del Clinique è molto elegante: una scatola rettangolare abbastanza sottile, in metallo lucido, con uno specchietto molto più grande e contiene una spugnetta sottile e rettangolare ma, ahimè, del tutto inutile. L'ho, infatti, subito eliminata dalla confezione e rinunciato a portarmi il fondotinta in borsa. 


Io ho la pelle mista, d'inverno soffre di un po' di secchezza, ma non affatto arida, d'estate soffre di lucidità estrema. Anche l'età sicuramente influisce, rendendo la mia pelle più sensibile e reattiva con gli anni. Avevo preso questi fondotinta in primavera, con uno sconto consistente, per utilizzarli d'estate, sia per il fattore di protezione, sia perché (apparentemente) indicati per la pelle grassa. Si sono rivelati, però, una delusione nella stagione calda: si sentivano troppo sulla pelle, l'effetto mascherone era molto accentuato e si scioglievano inesorabilmente con più di 20 gradi. Li ho rapidamente accantonati e ripresi con l'autunno: con il fresco, l'effetto è leggermente migliorato ma la durata restava scarsa (appena un paio d'ore). Ora che è inverno, li ho usati sperando mi aiutassero a tenere a bada la lucidità molto minore ma senza seccare la pelle. Sicuramente è la stagione in cui hanno reso meglio su di me, durando anche 5/6 ore ma non risolvendo il problema lucidità: se sto tante ore in ambienti umidi e chiusi, mi lucido in fretta e il fondo tende a sciogliersi. Inoltre, essendo anche abbastanza secchi, devo mettere una crema viso sotto il fondotinta, altrimenti evidenzia le pellicine. Questi due fattori insieme mi scoraggiano, per esempio, dal metterli per andare al lavoro: tra riscaldamento eccessivo e sballottamenti auto/lavoro/università, la durata ne risente e spesso non ho la possibilità di ritoccare il trucco, con effetti dall'imbarazzante all'osceno... il che, naturalmente, mi ha convinta a limitare il loro utilizzo alla sera e sempre in locali non troppo caldi.
La differenza sulla pelle tra questo tipo di fondotinta e altri più leggeri è lampante: basta vedere i due look per capodanno per rendersi conto che questo tipo di fondo non fa per me.
Li ho usati anche in combo con altri fondotinta, più leggeri e a effetto sheer (come questo) e l'insieme non mi è dispiaciuto affatto: finora è probabilmente l'utilizzo migliore che io abbia trovato.

E voi? Avete provato questi prodotti? Come vi trovate con i fondotinta compatti? Avete proposte o suggerimenti per utilizzarli al meglio? Fatemi sapere nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari