Most played di febbraio

Ciao a tutte!
Eccoci a un nuovo appuntamento con il teammostplayed di Goldenvi0let.

Non è stato un mese di grandi sconvolgimenti con il make-up, ma molto impegnativo per tutti gli altri fronti (lavoro, università, etc.).
Ho avuto poco tempo per truccarmi, però voluto mettere alla prova un paio di prodotti piuttosto cari che avevo preso in sconto tempo fa: l'eye-liner Marc Jacobs (cocoa-lacquer), il fondotinta Helena Rubistein Color clone (beige apricot n 22), la terra Les beiges Chanel n 40 e la Studio careblend pressed di Mac.
Sulle labbra mi è rimasta la voglia di nude, con il mio nuovo rossetto Nabla Rock' n' nude. Sugli occhi ho usato davvero poco, solo il primer per uniformare, una riga di eye-liner e mascara (alternandone un paio che sono vicini alla fine).
Mi sono concentrata sui prodotti per la base, con alcune delusioni e qualche bella sorpresa.


Iniziamo dai prodotti che mi sono piaciuti moltissimo: la terra Chanel è divina: setosa, facilissima da sfumare e da dosare pur essendo pigmentata. Mattine in cui andavo di fretta ed ero particolarmente sbattuta, con questa ho ripreso vita e colore. Ovviamente, senza quel tremendo effetto Carlo Conti che noi tutte temiamo. Abituata a terre Essence e Deborah, ho proprio visto la differenza e penso non prenderò altre terre per almeno due eoni (vista anche la quantità e la frequenza di utilizzo non sarà difficile mantenere questa promessa).
La cipria Mac mi ha letteralmente salvato la faccia. Come scoprirete, il fondotinta della Helena Rubistein è stata una delusione. Solo con la cipria riuscivo a risolvere il disastro sulla mia pelle e a uscire di casa in tempo utile per andare al lavoro. Infatti, questa cipria opacizza, resta intatta per ore ma non mi evidenzia le pellicine in alcun modo, neanche in quelle rare occasioni in cui c'è stato il freddo. Grazie a lei ho salvato, in parte, il mio grande flop: il (costoso) fondotinta della HR.
In giro non ci sono molte recensioni di questo prodotto e ora che lo utilizzo da un po' (soprattutto in questo mese più freddo, posso dire finalmente cosa ne penso.
Non mi piace affatto: è un fondotinta fluido piuttosto idratante, pensato per dare effetto 'seconda pelle' e uniformare l'incarnato. Ha una coprenza da leggera a media, io non lo stratifico ma penso sia possibile. La texture è sottile e molto liquida, lo stendo con le mani e rifinisco con la spugnetta (il pennello non è adatto, assorbirebbe troppo prodotto). L'erogatore è comodo ed igienico, una pompetta fa uscire poco prodotto per volta (io ne uso 5 spruzzi per tutto il viso, non proprio pochissimo, considerando che faccio un solo strato). Io ho una pelle mista che tende molto a lucidarsi ma d'inverno spunta anche qualche pellicina, soprattutto su fronte e mento. Cercavo, quindi, qualcosa da usare nella stagione fredda che coprisse le discromie e mi desse l'effetto salute senza essere troppo pesante. Il punto è che questo fondotinta dopo un paio d'ore mi fa lucidare troppo, è unto e non dura abbastanza. Con la cipria Mac ho in parte attenuato il problema (dura un paio d'ore in più e mi fa lucidare meno in fretta) ma ha comunque bisogno di ritocchi e aggiustamenti a metà giornata. Appena arriverà il caldo, poi, sarà impossibile da usare. Uno spreco, insomma. Anche perché nella fascia di prezzo economica ho trovato un ottimo fondotinta leggero, seconda pelle e idratante a un quarto del prezzo, l'Oreal accord parfait, che è l'ideale per me in inverno.
Purtroppo, e mi spiace dirlo, un'altra delusione è arrivato da un marchio che adoro per rossetti e matite occhi, Marc Jacobs: l'eye-liner è un Flop. Cercavo qualcosa che fosse facile da usare per fare tratti sottili e diverso dal solito nero (un po' troppo intenso per i miei colori delicati, soprattutto di giorno). Questo sembrava perfetto: punta ultrasottile, marrone e con una forma molto affusolata e facile da impugnare. Purtroppo, mentre riesco a fare linee decenti e sottili (sul mio occhio non starebbe bene altro) non riesco però ad evitare che sbavi irrimediabilmente. A fine giornata mi ritrovo non solo la codina ma tutto il tratto completamente sbavato. Tutto questo senza aver lacrimato o pianto o fatto altro che la mia normale (lunga) giornata. Mai avuto di questi problemi con il Deborah ultraliner o l'eye-liner in gel della Maybelline. Proverò a fissarlo con un ombretto per arginare il fenomeno ma francamente non me l'aspettavo, soprattutto per il prezzo (sempre caro, anche con lo sconto del 20%).
L'ultimo acquisto è stato un rossetto nude Nabla, dell'ultima collezione Artika: c'erano tanti bellissimi pezzi e ne ho approfittato per ampliare la mia collezione di ombretti (se mi seguite su instagram sapete di cosa parlo) e provare uno dei nuovi rossetti appena usciti. Questo mi ha attirato per la sua originalità: non è il solito beige-correttore, ha una vena di grigio che mi piace da impazzire e mi sta anche bene. L'ho usato spesso, anche con un trucco semplice, anche se il suo ideale è un abbinamento con uno bello smokey e non vedo l'ora di provarlo anche in questa veste. E' morbido, confortevole e dura abbastanza. Davvero un prodottino grazioso e non escludo di prendere anche altri colori in futuro.

E voi? Prodotti in comune, delusioni o belle scoperte per voi questo mese? Fatemi sapere nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

  1. rock'n'nude all'inizio non sapevo bene come abbinarlo, poi ho notato che con gli smoky sui toni del blu si sposa divinamente e ed è stato subito amore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il blu non ci ho ancora provato, finora l'ho abbinato con smokey grigio fumo o anche con un trucco occhi più neutro (ma mi rendo conto che l'insieme può risultare un po' scialbo).

      Elimina
  2. La terra Chanel è nella mia lista dei desideri da un po'... Ma ho ancora 2 o forse 3 terre da terminare.. Quindi deve restare anche per il 2016, nell'angolo dei sogni segreti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È fantastica, te la consiglio senza riserve. Io l'ho presa col 25% di sconto. Finora avevo provato solo due terre, una essence (mediocre) e una Deborah (meglio, carina).

      Elimina
  3. un mese di flop importanti, mi spiace!
    sai che quella è una delle poche ciprie MAC che non ho mai neanche swatchato? forse l'unica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L"ho trovata veramente ottima, è stato il mio primo acquisto Mac non rossetto! Sul fondotinta sono stata io sciocca a farmi convincere dalla commessa e a non fare ricerche prima, ora non mi capita più così spesso. Jacobs, invece, è stata interamente colpa mia, io e l'eye-liner già non andiamo d'accordissimo, se ci si mette anche la sbavatura siamo a posto...

      Elimina
  4. Azz...la matita Marc Jacobsç_ç MEdito da un paio di anni su una terra Chanel ma non riesco a capire quanto la sfrutterei ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avevo molti dubbi (mi sono decisa solo con lo sconto) ma devo dire che è stato un ottimo investimento: usavo poco la terra prima perché era difficile da sfumate, troppo arancione e aveva un effetto innaturale su di me così chiara. Invece con la Chanel mi è tornata la voglia di usare la terra, soprattutto quelle mattine in cui mi vedo appena uscita da una cripta, copre il mio color zombie come nessuna altra cosa.

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari