Viaggi - Tips&tricks per lunghi itinerari / Stati Uniti d'America

Ciao a tutte!
Oggi ho pensato a un post un po' diverso dal solito. Si parla di viaggi (qui il primo post sul tema) e ho pensato di raccontarvi un po' la mia esperienza negli Usa, ormai qualche anno fa.
Mi considero una viaggiatrice medio esperta: ho sempre viaggiato fin da piccola, prima con i miei genitori, poi con le amiche, infine con la mia metà. Sono stata in ostelli da 5 euro al giorno e in hotel a 5 stelle, in camper e in tenda, ho dormito in appartamenti di villaggi-vacanze e in corridoi di navi; insomma, ho raccolto una discreta quantità di esperienza e spero che ciò che ho imparato possa essere utili alle aspiranti viaggiatrici!

Il viaggio più lungo - 16 giorni negli Usa (mese di ottobre)

Una delle esperienze più intense della mia vita di viaggiatrice: molti aerei da prendere, formula fly&drive per le rotte interne, centinaia di chilometri da percorrere in auto/aereo e almeno 3 fasce climatiche da attraversare! Poiché è stato il mio viaggio di nozze, organizzato e regalato da parenti e amici, sapevo che la valigia sarebbe stata complessa: si passava dalle catene di motel agli alberghi a 5 stelle, con ritmi molto serrati per poter vedere tutto. Dalla mia esperienza, ecco 10 consigli su cosa fare (e cosa non fare):

1) Portare vestiti comodi: vi è concesso un solo outfit elegante, per le serate speciali. Il resto del viaggio sarà faticoso, veloce ed emozionante: non rendiamolo scomodo con magliette delicate, pizzi, gonne strette o altri elementi che non siano robusti e più difficili da sporcare (no al bianco!).
2) Le scarpe sono le vostre migliori amiche: sceglietele comode e robuste! Non vorrete ritrovarvi con le vesciche nel bel mezzo del Bryce Canyon, vero?
3) Impermeabile=indispensabile: con l'attraverso di varie fasce climatiche 
4) Tecnologia: non dimenticate di caricare ogni giorno i vostri dispositivi (cellulare, macchina fotografica, telecamera) per non ritrovarvi nel bel mezzo di una bellissima esperienza con la macchina fotografica scarica (per es. sul giro in elicottero attraverso il Gran Canyon)!
5) Le medicine indispensabili: fatevi un kit personalizzato di pronto soccorso, tenendo ben presente i vostri punti deboli. Soffrite di mal di gola e avete il vostro antibiotico usuale? Portatelo. Lo stomaco è il vostro punto debole? Via con fermenti e anti-diarroico. E' la cistite che vi affligge praticamente ogni mese? Bustine di antibiotico specifico a go-go. Potrebbe non essere così facile reperire il vostro medicinale (o avere lo stesso nome in Europa). Non dimenticate che gli ospedali negli Usa sono carissimi e anche se avete l'assicurazione di viaggio potrebbe non coprire tutto (true story).
6) Meno è meglio: avere tanti oggetti tra beauty-case e scarpe/vestiti significa solo aumentare il rischio di dimenticarveli tra una stanza di albergo e un'altra (ovviamente, è successo anche questo!).
7) Shopping selvaggio (con un occhio al peso delle valigie): fate una lista di ciò che volete acquistare, con un elenco di priorità anche perché non potete caricare troppo da un volo all'altro. Cercate nel vostro itinerario di mettere alla fine le città-shopping (su tutte, New York). 
8) Non si può avere tutto: rinunciate a qualcosa da portare in valigia per non costringere i vostri compagni di viaggio a portarvi e scaricarvi le borse pesantissime in continuazione. Il mio consiglio sul versante beauty è uno di tutto: una crema multiuso (per corpo e viso), uno shampoo/bagnoschiuma, un fondotinta, un mascara minisize, una cipria compatta, un rossetto da usare anche come blush, ombretto in crema (vi permette di fare a meno dei pennelli), un eye-liner, max 2 pennelli. Così avrete la scusa per darvi alla pazza gioia del punto 7!
9) Studiate prima di partire: soprattutto se il tempo è poco, leggete prima le guide per selezionare ciò che vi interessa (musei o passeggiate naturalistiche?). E' utile anche per capire le usanze del luogo, come la famosa "mancia obbligatoria" negli Usa.
10) Carta di credito: ok, forse non dovrete fare come il cliente davanti a me in fila al bar che ha pagato con la carta di credito 1 dollaro di caffè, ma la carta di credito vi salverà la vita più volte. Dal noleggio dell'auto alla garanzia in ogni hotel, dall'ospedale al souvenir.




Il mio itinerario partiva da San Francisco (volo diretto da Roma), poi volo per Phoenix e auto attraverso il Gran Canyon, Bryce Canyon e Lake Powell. Infine, Las Vegas. Dopo, volo per New York e ritorno a casa.

Lake Powell

New York

Bryce Canyon


Grand Canyon


Le mille luci della Big Apple


On the road


Il bolide (con il cambio automatico!)

E voi? Dove andrete di bello questa estate? Qual è stato il vostro viaggio più avventuroso? Fatemi sognare nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari