Cosmoprof anno 2: la mia esperienza

Ciao a tutte!
Si è da poco concluso un evento noto in tutta la blogsfera, il Cosmoprof: questo è il mio secondo anno (qui qui e qui trovate la mia esperienza del 2016) e sicuramente ho imparato dai miei errori.

INFORMAZIONI PRATICHE
Da viaggiatrice di lungo corso, vi consiglio spassionatamente di prenotare il vostro alloggio con largo anticipo (6 mesi) perché Bologna si riempie come un uovo durante l'evento e i prezzi salgono alle stelle. Per il treno potete anche aspettare un po' di più, soprattutto se siete nelle mailing list di Italo e cogliete al volo gli sconti che spesso fanno. In ogni caso, meglio non aspettare troppo e prenderli un paio di mesi prima. Gli spostamenti nella città sono molto comodi e, soprattutto, completamente incentrati sul raggiungimento della fiera, quindi niente paura, non vi perderete. Io consiglio anche di portarvi da mangiare e da bere perché i prezzi all'interno del Cosmoprof sono piuttosto elevati.

GLI STAND

Cosa che non garantisco, il non perdersi, una volta che metterete piede al Cosmoprof. Indispensabile munirsi di cartina/mappa e avere già un piano ben preciso su quale reparto si vuole visitare (skincare/bio/makeup/capelli). Meglio avere anche un'idea precisa se volete acquistare qualcosa perché pochi stand vendono (meglio il lunedì, si possono comprare molte più cose e con prezzi vantaggiosi). Preparatevi a camminare molto, ad accettare o declinare offerte dei prodotti più disparati da provare (dal massaggiatore del collo alla messa in piega) e rivolte molto spesso in inglese (adesso so a cosa è servito il corso intensivo dell'anno scorso!).



La mia faccia distrutta dalla intera giornata al Cosmoprof (sugli occhi e sulle labbra i miei acquisti Paola P: rossetto Giano e Natural mascara+Lash extender);







Una delle aree più interessanti era il nuovo Cosmoprof perfume Factory, in cui c'era un vero e proprio laboratorio per la fabbricazione del profumo: la creazione esclusiva è stata poi donata ai partecipanti. Io adoro i profumi e mi ha molto affascinata scoprire come nasce una fragranza.




AlmaK


Biofficina Toscana




Irresistibile gli stand di skincare coreana, tra maschere in tessuto e bubble mask. Delizioso anche lo stand di Biofficina toscana, che presentava la nuova linea uomo.

GLI ACQUISTI


Naturalmente non potevo rimanere indifferente a tutti gli sconti de La Truccherai MUFE, così ne ho approfittato per prendere rossetti, matite, fondotinta e cipria: c'erano al 50% vecchie collezioni e al 30% il resto, ma io ero andata con la lista della spesa e ho risparmiato tempo. Le file sono lunghissime, sia per entrare che per pagare, molti prodotti finivano velocemente ma vale la pena se dovete prendere molte cose. 


Ho scoperto anche un marchio di smalto che non conoscevo, la Kargi, da cui ho acquistato lo smalto e il top-coat, facendomelo anche applicare sul posto.


Sempre presente, con ben due stand, la Inglot, di cui ho provato un matitone sopracciglia e il piegaciglia, poi acquistati.


Ho provato (e poi subito preso) due bellissimi prodotti per le ciglia e le labbra da Paola P, il Lip styler Giano, della nuova collezione, e due mascara, il Natural unito poi alle fibre del Lash extender che, insieme, hanno dato un effetto wow alle mie ciglia.


Allo stand Catrice, invece, sono riuscita, il secondo giorno, a farmi fare una bella manicure con i nuovissimi smalti (che usciranno a maggio) che mi sembrano davvero ottimi, visto che mi è durato ben tre giorni (solo gli Essie e gli Opi mi durano una settimana, ma costano molto di più).

E voi? Eravate al Cosmoprof? Quali stand vi sono piaciuti? Pensate di andare il prossimo anno o siete stati in una delle edizioni precedenti? Fatemi sapere nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari