Prodotti finiti dell'inverno

Ciao a tutte!
Finalmente è arrivata la primavera: le giornate si allungano, l'aria diventa tiepida, le vacanze si avvicinano, gli uccellini cinguettano... Certo, io starnutisco per le allergie, in una giornata attraverso più fasce climatiche dell'America e c'è il cambio di stagione da fare... Per fortuna, ci sono anche tanti nuovi prodotti da provare e altri di cui sbarazzarsi.
Tra questi, ci sono i miei prodotti finiti o da eliminare facendo repulisti tra i miei trucchi. Sono, infatti, in dirittura d'arrivo per finire i 6 prodotti Mac da riportare per il BacktoMac (e ho già pronta la wishlist per il rossetto da richiedere).

Prodotti Cien

Lo ammetto, questa marca ha il grande pregio di essere super-economica e super facilmente reperibile nei supermercati Lidl. Diffidente, mi sono prima di tutto lanciata nel reparto più inoffensivo, ovvero la crema mani e il latte detergente.
Da questi due prodotti devo dire che sono parzialmente soddisfatta. Solitamente non spendo molto per la crema mani e non sono molto esigente. Mi basta che idrati a sufficienza e che non lasci le mani troppo unte (anche se la uso quasi esclusivamente di notte, mi danno fastidio le mani scivolose). Questa Hand cream anti age dovrebbe essere nutriente ma l'ho trovata un po' leggera, forse più adatta alla bella stagione che alle temperature più rigide. Si asciuga in fretta ma non ho notato molti benefici, pur usandola quasi tutte le notti in inverno. Molto meglio (e comunque abbastanza economica) la Crema mani Cera di Cupra (che ho finito ma era troppo malridotta per finire in foto!).


Simile la mezza approvazione per il Cleasing milk: ha un dispenser con pompetta a pressione. Difficile rendersi conto di quanto prodotto manchi, così come il metodo di erogazione fa comunque perdere un po' del prodotto. Purtroppo, per detergere a fondo la pelle (come succede normalmente con i detergenti che uso) serve molto prodotto e toglie poco anche gli ultimi residui di trucco. L'ho usato molto sotto la doccia, come detergente d'emergenza, ma non mi ha convinto pienamente, soprattutto per una pelle esigente come la mia (mista ma facilmente irritabile, sensibile ma che si secca d'inverno).


Le maschere Sephora e Lush

Ammetto che in inverno sento il bisogno di maschere non troppo purificanti o astringenti ma qualcosa di più idratante. Avendo però la pelle mista e che si lucida facilmente non me la sono sentita di prendere grandi confezioni di maschere molto nutrienti, così ho optato per quelle monouso: le Sephora sono in tessuto e si possono usare tranquillamente due volte perché contengono molto siero al loro interno. Amo anche i patch per gli occhi, li trovo comodissimi ed efficaci.


Per un trattamento d'urto ho preso la Collistar Ultra-rapid mask all'acqua distillata di mela energia+levigatezza+luminosità che ho usato diverse volte (anche se la confezione è un po' piccina): ho aumentato il tempo di posa (5 minuti sulla confezione) fino a mezz'ora e ho solo tolto gli eccessi con una velina ma senza risciacquare per aumentare i benefici. Non mi ha colpito particolarmente e trovo che il rapporto qualità prezzo non sia dei migliori. La pelle non mi pare ne abbia tratto un gran giovamento e non mi dispiace che sia finita. 


La crema viso "magica"

Una delle scoperte di questo inverno è stata la Magical Moringa, idratante viso Lush: è un insieme di oli pregiati dalla consistenza che varia dal molto liquida (con il caldo) al solido/compatto (in inverno). Si scalda leggermente tra le mani e si applica sul viso. Fa scorrere meglio anche il fondotinta e l'ho usato praticamente tutti i giorni da ottobre a marzo. La ricomprerò questo inverno perché non è adatta alle alte temperature (ed è piuttosto costosa, anche se dura un annetto). Non è troppo nutriente, quindi è adatto anche alla mia pelle mista, sebbene più secca con le basse temperature.


Il miglior contorno occhi mai provato


Non credo sia un segreto che il Creamy eye treatment Kiehl's sia una delle creme più celebri della blogosfera. E non a caso. La crema è piuttosto densa e ricca, tuttavia si assorbe in fretta, soprattutto in inverno quando il mio povero contorno occhi è secco. La uso tranquillamente anche sotto il trucco e non mi ha mai creato problemi di durata del correttore. L'ho usata costantemente nell'ultimo anno e l'ho finita da poco ma già mi manca... se non avessi già altri tre creme contorno occhi l'avrei già ricomprata. Inoltre, è piuttosto delicata e non me la sento di prenderla con il caldo.


Gli oli per corpo e viso


Mi piace molto utilizzare l'olio per il corpo dopo la doccia, e questo Body refirm stretch oil Biotherm unisce la piacevolezza del massaggio al trattamento anti-cellulite. Con l'uso costante ho notato che rende la pelle più elastica e ben nutrita. Per l'estate ne ho preso uno simile ma della Collistar, vediamo se sarà all'altezza.


Per il viso, invece, ho usato un best seller della Estée Lauder in formato mini: l'Advanced night repair, trattamento per ritardare l'invecchiamento della pelle. L'olio è abbastanza leggero, si assorbe in fretta rispetto ad altri che ho provato (quelli della Antipodes, per esempio, sono troppo pesanti per la mia pelle mista) ed è efficace: usato costantemente vedo la mia pelle più compatta e soda. Il costo altissimo mi fa desistere dall'acquisto, anche perché ho già l'olio Kiehl's aperto da finire.


S.O.S. Capelli


La mia chioma ha bisogno di cure continue per avere una forma più o meno decente, così sto provando molti shampoo (tra cui il mio recente amore per Big della Lush), ma il prodotto che mi ha conquistata è stato lui, il Salt surf spray Bumble and bumble. Si tratta di uno spray per dare l'effetto look da spiaggia ai capelli. I miei sono già mossi e con un po' di volume ma questo spray mi aiuta a dare una forma e delle onde più ordinate rispetto alla solita massa informe che mi ritrovo sulla testa. Da riprendere, anche in formato mini, visto che dura davvero tanto!


Evviva le minisize!

Sapete già che adoro le minitaglie, soprattutto delle novità di skincare, o di creme che so di usare per un breve periodo dell'anno (come quelle per pelli secche, limitate a un paio di mesi l'anno), quindi l'anno scorso in autunno ho fatto scorta di un bel po' di creme Clinique per viaggi, prove e scorte: tre sono le mie prescelte, la Even better, la dramatically different moisturing gel la antiblemish solutions.
La prima non mi è piaciuta molto, un po' appiccicosa e troppo grassa, anche nei periodi di pelle più secca del solito. La seconda è stata l'ideale nei giorni più caldi, verso la fine dell'estate perché lascia la pelle asciutta e pronta per il trucco, inoltre mantiene l'opacità a lungo. L'ultima, sempre pensata per pelli più grasse, è leggera e mi è piaciuta quando non ho bisogno di molta idratazione.


Il siero delusione

Amo la Collistar soprattutto per i detergenti viso (imbattibili secondo la mia esperienza, e ne ho provati alcuni), ma devo ammettere che con questo Siero prezioso nero sublime non è affatto all'altezza delle mie aspettative. Innanzitutto, anche se la mia pelle si secca in inverno, è risultato troppo pesante per me. La pelle era unta, anche se ne mettevo meno possibile. La sensazione era molto fastidiosa, sopratutto se dopo mettevo una crema. Benefici eclatanti non ne ho visti, la pelle non era più luminosa, compatta o i pori più piccoli e meno visibili. Per me è stato un flop, non lo riprenderei, anche per il prezzo elevato.


Makeup: il mascara e il primer viso

Finisco poco il make-up, tranne i fondotinta (che però voglio mettere in un post a parte) e perfino qualche rossetto è consumato oltre la metà (i miei amatissimi Rimmel by Kate), ma ho fatto una bella cernita e ho buttato due prodotti ormai agli sgoccioli.
Il primer viso Purobio per pelli grasse non mi è dispiaciuto ma non mi ha conquistata al punto da volerlo riacquistare: l'odore è abbastanza chimico (nonostante sia un prodotto vegan!), la parte sierosa si era separata da quella più oleosa e sul viso mi sembrava di aver spalmato una crema molto grassa e non molto piacevole. Rispetto ad altri primer viso, non prolunga abbastanza la durata del fondotinta, soprattutto di quelli idratanti e che mi lucidano un po'. Il vantaggio è che si può usare tutti i giorni ma per me in estate non è assolutamente sufficiente, mentre in inverno è stato un discreto prodottino.


Ricevuto in regalo anni fa, ma aperto da poco meno di un anno, è giunto agli sgoccioli il mio mascara da tutti i giorni Sumptuous extreme Esteé Lauder. Volumizzante, dal grande scovolino tradizionale, nero ma non extrablack, mi ha soddisfatta ma non particolarmente colpita. Non ha scalzato il mio mascara costoso del cuore, il Guerlain


E voi? Avete mai provato uno di questi prodotti? Come vi siete trovate? Prodotti finiti in questo periodo? Riuscite facilmente a finire il make-up o siete come me e ci mettete una vita? Fatemi sapere nei commenti!

Alla prossima!

Commenti

Post più popolari